Skip to content

Piero Muscari

Storytailor

| portfolio |

In-Lire TV ed in-Lire Talk

Logo in-Lire TV
IN BREVE
Ho realizzato la tv aziendale della realtà davvero innovativa, in-Lire, e ho messo in piedi, con la formula del mio Un Caffè che vale, un talk che consentisse una sorta di viaggio nel mondo in-Lire, dando voce alle storie degli imprenditori che aderiscono al circuito.
COMMITTENTE
AREE DI ATTIVITÀ
OBBIETTIVI
Promuovere le attività, le imprese e gli imprenditori aderenti al circuito in-Lire, incentivare le adesioni al circuito
TARGET
Imprenditori del circuito in-Lire, le piccole e medie imprese italiane
CATEGORIA
DATA PROGETTO
Da ottobre 2020 a tutt’oggi
ATTIVITÀ
TAGS

In-Lire TV ed in-Lire Talk

Il fondatore del circuito in-Lire, Romi Fuke

in-Lire.tv e i talk

In-lire Spa

Se, come si lamenta da più parti, la globalizzazione ha delle falle evidenti, è necessario percorrere nuove strade per garantire lo sviluppo e il benessere. Il brand scelto, in-Lire, nell’evocare la valuta più stabile d’Europa durante il miracolo economico, richiama un periodo in cui l’economia cresceva, i rapporti umani erano il vero humus degli scambi e la competizione significava ricerca della qualità e non esclusione.

“ A different commerce” è un altro degli slogan di in-Lire Spa, che ha l’obiettivo di far crescere il valore delle attività grazie allo scambio di beni e servizi tra le aziende aderenti.  In-Lire SpA ha creato un nuovo modello sostenibile di rete d’impresa, che intende ricollegare l’economia al territorio. A luglio 2020, dopo soli 2 anni di vita, in-Lire si è trasformata in Spa, con un consistente aumento di capitale avvenuto grazie all’ingresso dell’incubatore Bemy Company.

Oggi il circuito si sta lanciando verso una seconda raccolta e una futura quotazione in Borsa. I dati relativi alla crescita parlano da soli: costituita nel 2017, e attiva in forma di start up dalla metà del 2018, l’azienda ha iniziato a promuovere il suo circuito passando dai 77 associati del primo anno agli oltre 600 di fine 2020. Nonostante sia solo all’inizio del suo sviluppo, la somma del controvalore degli scambi in compensazione ha già oltrepassato di un bel po’ i sette milioni di Euro, raggiungendo una crescita percentuale annua che sfiora il 100%. Grandi risultati per un network che diventa sempre più grande!

lavori Correlati