Skip to content
casa-delle-eccellenze

2020: la casa delle Eccellenze a Palazzo Durini.

Un nuovo traguardo, un grande nemico e una grande ripresa.

Un anno che era cominciato in modo smagliante, con il raggiungimento di un obiettivo considerevole, l’apertura  della Casa delle Eccellenze Italiane, nella capitale del mondo economico del Paese, ha subito l’impatto di un nemico terribile, il coronavirus, che ha messo in ginocchio il mondo intero. Sappiamo tutti quanto è stata dura: ma nessuno si è arreso.

Le mie dirette social, e il lancio di nuovi progetti, hanno accompagnato questi mesi di fermo forzato. Ora sono alle prese con la preparazione di un corso di formazionecommissionato da gruppo Multiversity, il cui presidente è Danilo Iervolino – , unico nel suo genere, che ha per oggetto il gruppo di Billionaire Life, di Flavio Briatore, e con la preparazione dell’edizione 2020 delle Eccellenze Italiane.

L’apertura della sede a Palazzo Durini: La casa delle Eccellenze Italiane

A gennaio del 2020, un’altra sfida: l’apertura a Milano, in pieno centro storico, in una bellissima residenza signorile, palazzo Durini, la Casa delle Eccellenze Italiane, in partnership con l’Università telematica Pegaso. Qui è stato creato, a misura del progetto Eccellenze, un nuovo studio televisivo, che è il luogo nel quale incontrerò buona parte degli imprenditori italiani, compresi quelli che hanno una propria attività all’estero.

Milano, capitale del marketing e dell’innovazione digitale in Italia, consente, infatti, di essere più agganciati al mondo e più in linea con quelli che sono i requisiti della grande comunicazione oggi.

L’emergenza Covid 19

Quando tutto stava davvero andando a gonfie vele, si è affacciato un nuovo avversario, oltremodo pericoloso perché invisibile e perché ha attaccato il Paese a partire proprio dal luogo nel quale ho scelto di lanciare la mia nuova sfida, la Lombardia e Milano. L’Italia intera, come la maggior parte degli stati europei, ha sofferto. Tutto il mondo è  stato colpito duramente, ma nessuno si è arreso e rassegnato. Tanto meno l’Italia, che è un grande Paese e che, ferito prima di altri, ha preso presto i provvedimenti giusti per affrontare un nemico planetario.

Lo smart working

Là dove possibile è stato inaugurato il cosiddetto smart working: un lavoro agile e a distanza che, caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali, ha fatto della flessibilità la sua colonna portante.

La grande accelerazione verso il digitale ha indicato un percorso ormai obbligato e che anche i più recalcitranti non possono più fare a meno di scegliere.

C’è voluto tempo: tanto dolore, tante aziende fallite, ma ognuno ha imparato quel che tutti i grandi drammi, purtroppo, insegnano: ad andare avanti evolvendosi.

Ognuno lo ha fatto nel modo che gli era più proprio e, ovviamente, tutte le realtà già pienamente inserite nel digitale, come la mia, hanno reagito con maggiore tempestività e incisività.

                                     Una delle prime dirette 

Le dirette social: “Una storia per vincere” e “Un caffè eccellente con”

Nei mesi drammatici del lockdown, costretto, come molti, a interrompere l’attività, ho pensato che il confronto e la condivisione di nuove storie, ascoltate dalla viva voce dei protagonisti, potesse rappresentare uno strumento in più per sentirsi meno soli e per capire come affrontare l’emergenza (psicologica, sociale, economica). Così sono nate le mie interviste social.

Due i format: “Una storia per vincere, in diretta ogni sabato, alle 11 o la 15, con storie di primo piano del panorama dello spettacolo, dell’imprenditoria, dell’arte e delle professioni, e un “Un caffè eccellente con…., in tutti gli altri giorni alle 14.30: un breve incontro, quest’ultimo, come per un caffè tra amici, con un ospite che si racconta in modo informale e agile, sollecitato dalle mie domande.

 

Un grande successo, che ha riscosso molti consensi e che intendo replicare anche nello studio televisivo di palazzo Durini.

Verso il domani

Intanto si torna, un po’ lentamente, alla vita.

La fase due inizia con un’avventura bellissima di tre settimane a Montecarlo, con Billionaire Life, per le riprese e le interviste finalizzate a realizzare un corso di formazione unico nel suo genere, che mi ha commissionato il gruppo Multiversity, di cui fa parte UniPegaso, la prima università telematica italiana.

 

A Montecarlo, con il Billionaire Life

 

Billionaire Life è un gruppo che si è rapidamente affermato nel mondo dell’ospitalità, della ristorazione e dell’intrattenimento d’élite, con destinazioni in Europa, Regno Unito, Medio Oriente e Africa. Fondato a Porto Cervo nel 1998 da Flavio Briatore, una delle  leggende della Formula Uno, oggi Billionaire Life continua a svilupparsi a livello globale attraverso un numero crescente di marchi iconici nelle capitali del lusso per il tempo libero.

Potrete vedere stralci delle interviste, compresa quella a Flavio Briatore, e ascoltare le testimonianze di Francesco Menegazzo e di Patrizia Spinelli, rispettivamente General Manager e Direttrice Comunicazione e Marketing di Billionaire Life.

In questi mesi di “chiusura forzata”, in collegamento con il progetto Eccellenze Italiane, ho anche  inaugurato due nuovi progetti, che considero molto promettenti.

Due nuove progetti: ItaliaVale ed E-Academy

Due nuove progetti:
ItaliaVale ed E-Academy

ItaliaVale, una community di imprenditori e professionisti per costruire insieme nuovi strumenti per il business e per generare esperienze, risultati e soluzioni utili per difendere il “made in Italy” facendo crescere tutti gli attori coinvolti! Per questo ho creato un sistema di eventi per aiutare gli aderenti alla community a entrare in contatto con le persone giuste, capaci di fare la differenza nella vita lavorativa.Credo fortemente nelle competenze e quindi nella necessità di formarsi ogni giorno, per tutta la vita, per continuare a crescere.
Da qui il senso di un altro progetto che mi sta molto a cuore, pensato per mantenere, sostenere e coltivare nel tempo ciò che abbiamo di più prezioso: l’eccellenza, appunto, cioè quella capacità di fare più che al meglio ciò che facciamo nella nostra attività; quella che ti dà una marcia in più, che ti fa emergere su tutti i tuoi competitor, che non si accontenta mai dei traguardi raggiunti, che fa tenere sempre lo sguardo rivolto verso il futuro, alla ricerca di innovazione, metodi e competenze che soddisfino la voglia di migliorare e migliorarsi.

Sto lavorando con grande impegno a una vera e propria scuola di formazione, E-academy,  per dare a imprese e professionisti strumenti ad alto valore aggiunto avendo anche occasioni di condivisione qualificata con altre imprese. L’accademia potrà vantare collaborazioni con coach, trainer, professionisti, manager, consulenti, imprenditori e testimonial d’eccezione, con esperienza diretta e consolidata nel settore, garantendo un’offerta completa di percorsi di alto livello.

Infine, e siamo all’oggi, sto lavorando alle nuove storie di Eccellenze Italiane, per la V edizione 2020 del Galà, previsto a dicembre. A breve saranno on-line i primi stralci di interviste. Insomma l’avventura continua:  voi continuate a seguirmi…

Realizza anche tu ciò che ti sta a cuore !

Chiedimi come fare per realizzare e promuovere ciò che ti sta a cuore, per avere la mia consulenza o usufruire del
mio servizio come storytailor.