07/08/2015

Premio Grotteria, tredicesima edizione

Il “Premio Grotteria/Migrazioni: prospettive, emozioni, sconfitte e successi”, è un evento culturale promosso dal Comune Grotteria, piccolo centro della locride che intende, attraverso questa importante iniziativa, stimolare il dibattito sull’enorme problematica della migrazione che ha fortemente colpito il paese al pari di tanti piccoli centri del meridione. Tra luci e palcoscenici, personalità di spicco e testimonianze, passerelle di moda e intrattenimenti musicali, l’evento costituisce un’interessante occasione per mettere in risalto le peculiarità del borgo e per accrescere lo spirito di rinnovamento necessario per guardare al futuro con ottimismo. Fin dalla prima edizione, avvenuta nel 1999, l’evento ha registrato consensi positivi in termini di pubblico e ha visto la partecipazione di studiosi, ricercatori, autorità locali e nazionali direttamente interessati alle problematiche della migrazione, oltre che personaggi famosi del mondo dello spettacolo.
La tredicesima edizione de “Il Premio Grotteria” si è svolta presso piazza Nicola Palermo di Grotteria (RC), ed è stata condotta dalla splendida attrice, conduttrice e cantante italiana Alba Parietti. L’evento, basato sul tema della migrazione e arricchito da momenti di moda e spettacolo, è stato un chiaro esempio di come un piccolo centro del Sud, Grotteria per la precisione, possa rappresentare una location ideale per ospitare personalità di alto rilievo. L’evento, patrocinato dalla Provincia di Reggio Calabria e fortemente voluto dalla cittadinanza e dal sindaco di Grotteria Salvatore Leoncini, è stato diretto e condotto dal giornalista Piero Muscari.
Un’anteprima dalle note comiche grazie allo splendido intervento dell’imitatore cabarettista Carlo Frisi, ha anticipato i temi caldi della serata contraddistinti da bellezza, moda, provocazione e sensualità. Sulla melodia di “Alba Chiara” di Vasco Rossi, Marilena e Anca hanno portato sulla passerella, con sensualità e eleganza, gli abiti dello stilista lametino Anton Giulio Grande. Un caloroso applauso della folla all’entrata di Alba Parietti nel corso di questa prima sfilata che, dopo aver ricordato Versace come esempio di talento calabrese nel mondo, ha fatto riferimento alla guerra siriana e la situazione attuale in italia concludendo con “a tutti dobbiamo fare la guerra tranne che ai più deboli e agli immigrati”.
La serata è proseguita con la comicità di Carlo Frisi che, nella sua seconda esibizione, ha deliziato il pubblico con la musica italiana. In occasione, è stato riconosciuto al stesso comico un premio consegnato dal sindaco Salvatore Leoncini.

Progetti correlati