PRESENTAZIONE

Creativo e infaticabile, istrionico e generoso, abituato a mettere la faccia in ogni sua impresa, Piero Muscari è il primo account della sua azienda: per ciascuno dei suoi clienti la stessa dedizione, la stessa cura, lo stesso impegno volti a rendere ogni progetto un progetto vincente.
La Piero Muscari Comunicazione è stata fondata su immagine e somiglianza del suo fondatore: realtà dinamica, fucina di talento e di entusiasmo, con una propensione particolare verso l’innovazione tecnologica e le diverse espressioni della modernità mediatica.

Editore, giornalista, consulente, Piero Muscari lavora nel campo della comunicazione da oltre 30 anni. Dotato di una spiccata sensibilità verso le nuove tecnologie, ha sempre lavorato lungo la sottile linea di confine tra tradizione e innovazione, nello sforzo di trovare un mix di linguaggi e di codici adatti a promuovere al meglio i brand di un territorio piuttosto che di un prodotto o di un’azienda, nell’ottica di un’eccellenza atta ad esprimere in modo sempre nuovo i valori più profondi e radicati della cultura italiana.

Mission

Aiutiamo persone e istituzioni a comunicare l’Anima della loro storia o prodotto.

Vision

Qualunque cosa tu voglia comunicare Ricorda che per lasciare il segno hai una sola vera grande leva! L’emozione!

LA STORIA

1979
1982
1985
1990
2000
2005
2010
2013
2016
2017

1979

1979: LE PRIME ESPERIENZE IN RADIO

Piero Muscari inizia il suo percorso professionale all’età di 14 anni come deejay di Radio Santa Venere, a Vibo marina. Due anni dopo è già a Radio Mare, una tra le più forti del territorio.

1979

1982

1982: HAPPY DAYS

A 17 anni, nel 1982, viene scelto per guidare la più grande discoteca calabrese dell’ epoca: l’ Happy Day di Falerna dove già a quei tempi si esibiì il Vasco Rossi di Bollicine. “Potevo a quel punto, su proposta della proprietà toscana, trasferirmi a Firenze per la stagione invernale- rileva Muscari – ma scelsi di restare in Calabria”.
Sono anni quelli in cui, nel territorio nazionale, spopolano le discoteche e iniziano a fiorire realtà radiofoniche private. Inizia a mutare, lentamente, qualcosa nei costumi giovanili permettendo alla comunicazione di raggiungere o avvicinarsi meglio al pubblico locale.

1982

1985

1985: RADIO ONDA VERDE

Il 1985 è un anno fondamentale per Piero Muscari. Fonda, infatti, un’emittente tutta sua. Il ragazzino è sicuramente l’editore più giovane della provincia e fra i più giovani in Italia. Pochi credevano che avrebbe avuto la forza di andare avanti.
Via Aosta 10, dove aveva sede Radio Onda Verde non è certo il centro del mondo ma grazie allo straordinario gruppo di lavoro, all’entusiasmo e alla tenacia, parte un lungo viaggio che siamo ancora qui a raccontare. Prende forma, infatti, l’ambizioso e faticoso progetto. Una volta superati i problemi tecnici della raggiungibilità del segnale nel capoluogo di Vibo Valentia, Muscari idea i primi eventi pubblici per farsi conoscere sul territorio come emittente.
Il Carnevalmare nel 1985, i Summergames nel 1986, OndaVerdeEstate, Corriestate e Corribimbo. Spettacoli e animazione in piazza che ottengono largo gradimento e partecipazione. Arriviamo al 1987 che segna l’approdo di Radio Onda Verde su carta stampata. Nascono Radio Onda Verde news e Il Cercatrova e più tardi Vibo7, il tutto sempre coordinato dal direttore giornalistico Pino Scianò, al fianco di Piero sin dall’inizio.

1985

1990

1990: SCHOOL DAY

Nel 1990 nasce lo School Day, il primo grande evento targato Radio Onda Verde che negli anni successivi conquista il territorio regionale, coinvolgendo migliaia di studenti. Uno vero talent show che nel 2009 compie venti anni di ininterrotto successo e che anticipa di oltre dieci anni format televisivi come Amici di Maria De Filippi o X Factor della Rai. La radio cambia sede da Vibo Marina al centro cittadino.
Nel 1992 Radio Onda Verde lascia la sede storica di via Aosta 10 e sbarca nella città capoluogo in via del Gesù, l’attuale sede. Muscari affronta una nuova scommessa in un periodo in cui le radio locali iniziano ad entrare in crisi. Ma questa emittente esprime appieno la sua forza e le sue potenzialità. Progredisce spedita negli ascolti e si consolida sul territorio fino a divenire la più seguita nel vibonese, in tanti chiudono i battenti o vendono le frequenze. Radio Onda Verde rimane l’unica “voce” della provincia.

1990

2000

2000: TELESPAZIO

Innovare: questa è la filosofia che sta dietro a Tv Giornale, un vero format crossmediale che unisce i mezzi mediatici nel Dicembre 2006. Grazie alla stima degli editori di Telespazio tv, Piero Muscari dà vita ad un format radiotelevisivo apprezzato e seguito in tutta la regione.
Seguono programmi come Unodinoi –Uomini che lasciano il segno, strutturati sulla qualità dei contenuti con ospiti prestigiosi e coinvolgenti spesso carico di spunti di riflessione con spazio ad approfondimento sulla realtà calabrese. Muscari mette in onda una tv che piace, originale, mai fotocopiata, libera e creativa.
Tra i programmi televisivi recenti: 2015tv.

2000

2005

2005: IL FARO

Il Premio internazionale “Il Faro”, esemplare iniziativa di marketing territoriale per promuovere il sistema della portualità italiana.

2005

2010

2010: WEB TV

La grande avventura delle web tv: Vinitalia.tv, la prima web television del mondo del vino; Scrittori.tv, un network di incontro tra autori letterari per la promozione delle opere e dei progetti, premiato nel 2011, a Bologna, come migliore web tv della community tra 533 canali web; recentissimi, infine, due oscar e tre nomination per le migliori web tv italiane (edizione 2012).

2010

2013

2013: UNIPEGASO TV

Una vera e propria TV online, con canali tematici gratuiti che toccano ogni argomento: video-lezioni, corsi di laurea, poli didattici, ricerca scientifica, eventi, progetti e tanto altro inerente al mondo UniPegaso.

2013

2016

2016: ECCELLENZE ITALIANE

Il progetto “Eccellenze Italiane” l’ho coltivato, in cuor mio, per diversi anni. Ma quando ho iniziato il viaggio in giro per l’Italia non sapevo quanto avrei impiegato a trovare storie importanti e uniche nel loro genere: storie da raccontare a tutti, declinando la loro forza secondo i diversi profili che le nuove tecnologie consentono, ma riservandone l’interezza a questo volume prezioso che conserva il fascino intramontabile delle pagine che si sfogliano e che profumano di carta. Non sapevo se i miei “potenziali narratori”, per definizione sempre proiettati in avanti, avrebbero trovato il tempo di fermarsi un attimo per raccontare la loro vita. Ho fatto oltre cento interviste in lungo e in largo per il Paese: da Nord a Sud, giovani e meno giovani, grandi fatturati o idee geniali. E, fra queste, ne abbiamo scelte dieci: quelle che ci hanno colpito, quelle che ci hanno meravigliato ed emozionato di più e che insieme al Comitato Scientifico abbiamo valutato più coerenti con il progetto.

2016

2017

2017: LA 7

Il noto imprenditore della comunicazione porta sulla rete nazionale il suo progetto sulle “Eccellenze Italiane, storie di successo dell’Italia che vale”.
Accade che un regista vede il format sul web due mesi fa e mi propone di portarlo sull’importante rete televisiva nazionale” afferma Muscari. “Per ora sono solo 4 minuti a settimana, ma la cosa più importante e che la rubrica ha il nome del mio ultimo progetto “Eccellenze italiane”, il progetto che da anni punta a dare valore alle storie di imprese, professionisti e italiani che hanno creduto e credono nel Paese e nelle sue unicità. Insomma storie, come recita il claim, di passione, coraggio e identità dell’Italia che vale”.

2017
{"dots":"false","arrows":"true","loop":"true","autoplay":"false","autoplayInterval":"3000","speed":"300","fade":"false","rtl":"false"}